Dove siamo/Where we are

Il B&B “Sa Corte Nova” è nel cuore della Sardegna più autentica. Il luogo magico dove tradizioni, cultura, sapori e profumi si intrecciano, tessendo la tela  delle nostre fantasie più inconsce, aprendo i confini ad un'ospitalità garbata e sincera. Un luogo dove scrittori dell'ottocento hanno trovato ispirazione per i loro racconti e dove la Deledda scrisse i suoi romanzi più belli. Il luogo incantato dove natura, ambiente e storia si fondono e immutati nel tempo accolgono i viaggiatori alla ricerca di silenzi e orizzonti infiniti. 

The B & B "Sa Corte Nova" is in the heart of the real Sardinia. The magic place where traditions, culture, flavors and fragrances intertwine, weaving the fabric of our unconscious fantasies, opening the borders to polite and sincere hospitality. A place where writers of the nineteenth century found inspiration for their stories andwhere Deledda wrote his best novels. The enchanted place where nature, environment and history come together and unchanged over time welcome travelers in search of silence and infinite horizons.

 

Lula è un paese di 1600 abitanti circa. La 'Orlei' dei romanzi Deleddiani. Situato nel versante occidentale del Montalbo, le sue bianche case di calce con i tetti rossi d'argilla, si stendono ai piedi delle due cime più alte: Catirina e Turuddò. La sua economia si basa sulla pastorizia, le miniere di Sos Enattos, la forestazione e esempi di artigianato e commercio.Fino a pochi anni fa le miniere hanno rappresentato la parte più importante dell'economia del paese ed oggi con il sopraggiungere della crisi industriale l'estrazione è stata sospesa. Mentre il sito minerario fra i pochi ancora ben conservati è diventato patrimonio dell'umanità unesco ed è meta ambita di escursionisti. Fuori dal centro abitato, tre piccole chiese campestri, situate ai piedi del monte, simboleggiano il legame ancora molto intenso fra la comunità cristiana e il mondo agricolo. Infatti, dell'organizzazione delle feste, che si svolgono nel mese di settembre, si occupano a seconda del santuario gli allevatori di bovini, di ovini o gli antichi 'massajos'(agrcoltori). Sempre a Lula a pochi Km dal centro abitato, sorge l'antico santuario di San Francesco, la cui festa si svolge nei primi giorni di maggio. Splendidamente descritto dalla Deledda nel romanzo 'Elias Portolu' il santuario entra a far parte dei percorsi deleddiani.

Lula is a village of 1600 inhabitants. The 'Orlei' novels Deleddiani.Situated in the western side of Montalbo, its white houses with red roofs of lime clay, lie at the feet of the two highest peaks: Catirina and Turuddò. Its economy is based on farming, mining and Sos Enattos, forestry and examples of craftsmanship and commercio.Until a few years ago, the mines have been the most important part of their economy and now with the arrival of the industrial crisis 'extraction wassuspended. While the mining site among the few well-preserved UNESCO World Heritage Site has become and is a popular destination for hikers. Outside the town, three small country churches, located at the foot of the mountain, symbolizing the link still very strong among the Christian community and the farming community.Organization of festivals. Taking place in the month of September, in fact, deal with according to the sanctuary breeders of cattle, sheep, or the ancients 'massajos'(farmers) .Also in Lula, a few kilometers from the town, stands the old sanctuary of St.Francis, whose feast is held in the first ten days of May. Deledda beautifully described in the novel "Elias Portolu" the sanctuary became part of Deleddianipaths.